You are here

Cosa è Start Cup

Spesso c’è chi ha un’ottima idea ma non sa come trasformarla in un progetto di successo. Qualsiasi idea, specialmente quando è veramente innovativa, merita di essere incoraggiata. Per questo nasce Start Cup: per dare un concreto incentivo alla crescita di nuove imprese che si trovano nello stadio di startup.

La Start Cup Toscana ha avuto inizialmente un’estensione territoriale circoscritta alla provincia di Pisa. Dal 2006 si è allargata al contesto regionale e rappresenta la prima fase di una competizione nazionale, denominata “Premio Nazionale dell’Innovazione”, che premia le idee di imprese innovative e dal 2003 ha valutato oltre 2000 progetti coinvolgendo più di trenta atenei italiani.

La Start Cup Toscana èorganizzata, a rotazione, da una delle Università o Scuole Superiori toscane che partecipano al network ILONOVA toscana: Università di Firenze, Università di Pisa, Università di Siena, Scuola Superiore Sant'Anna, Scuola Normale Superiore. Partecipano all'organizzazione anche la Scuola IMT Alti Studi di Lucca e l'Istituto Universitario di Studi Superiori di Pavia, in qualità di membri dell'ufficio di trasferimento tecnologico congiunto JoTTO.  

L'edizione 2018 della Start Cup Toscana è organizzata dall'Università di Firenze.

Il Premio Nazionale per l’Innovazione è la più importante competizione italiana tra progetti d’impresa ad alto contenuto innovativo nati in ambito universitario ad opera di studenti e ricercatori. La competizione è coordinata da PNICube, la cui missione è individuare politiche di trasferimento tecnologico attraverso la creazione di imprese innovative dal mondo della ricerca accademica, da realizzarsi con le seguenti azioni:

  • favorire la nascita di incubatori universitari;
  • scambiare esperienze tra i soci e favorirne la reciproca collaborazione;
  • sensibilizzare e promuovere l’adozione di politiche a favore di iniziative di incubazione di imprese;
  • acquisire risorse indirizzate alle attività di creazione di impresa;
  • promuovere e sostenere i soci nelle collaborazione internazionali;
  • favorire la creazione di start up dalla ricerca.

Per la valutazione delle idee d’impresa, PNI si avvale di una giuria di esperti nazionali provenienti dal mondo accademico, finanziario ed imprenditoriale che giudica i business plan dei finalisti sulla base dei seguenti criteri (opportunamente pesati):

  1. originalità dell’idea imprenditoriale;
  2. realizzabilità tecnica dell’idea;
  3. potenzialità di sviluppo e ambizione del progetto;
  4. adeguatezza delle competenze del management team;
  5. attrattività del mercato di riferimento;
  6. qualità e completezza dell’esposizione.

La selezione delle idee vincitrici è effettuata valutando il business plan, completato da un executive summary con alcune informazioni prestabilite e concise; la proclamazione dei vincitori avverrà a seguito di una audizione finale da realizzarsi durante l’evento conclusivo. I proponenti, al momento dell’invio del Business Plan, dovranno specificare l’ambito tecnologico o di mercato del progetto, entro i seguenti quattro (eventualmente specificando relazioni o trasversalità con altri ambiti tecnologici o di mercato). 

  • Life Science
  • ICT 
  • Cleantech & Energy
  • Industrial

Le  idee proclamate vincitrici delle edizioni regionali parteciperanno alla competizione nazionale del PNI se in possesso di tutti i requisiti necessari.